3D a scuola

  • 20 maggio 2016 alle 12:43 #4922
    Davide Massaroni
    Partecipante

    lavori scuola

    Neanche due mesi dopo l’acquisto della nostra prima stampante 3D (il lontano ottobre 2014), una bella Zortrax M200, abbiamo iniziato a intraprendere un percorso sulla modellazione e stampa 3d presso alcune scuole di Roma. I risultati li potete vedere da soli, considerando che gli studenti hanno tra gli 11 e 12 anni!

    Gli oggetti sono stati stampati sia con i filamenti delle TreeDfilament sia con gli originali Zortrax: sempre ABS.

    Sicuramente una bella esperienza sia per noi sia per i ragazzi.

  • 20 maggio 2016 alle 13:00 #4924
    Pietro Meloni
    Amministratore del forum

    Benvenuto nel Forum, David. Il tuo impegno nella didattica è ammirevole: troppo spesso la scuola utilizza programmi datati, senza offrire agli studenti la possibilità di sviluppare curiosità, interesse e competenze verso processi e tecnologie del mondo reale. Il lavoro di cooperative come la tua è prezioso.

     

  • 21 maggio 2016 alle 12:52 #4948
    Davide Massaroni
    Partecipante

    Grazie Pietro, fare didattica già di per se è difficile, farla innovativa è ancora peggio. Sono soddisfatto di quello che stanno realizzando i ragazzi. Ti ringrazio anche per i preziosi consigli e per l’assistenza che mi ha sempre dato e continui a dare a me e agli altri clienti.

  • 1 giugno 2016 alle 18:33 #5058
    maurizio maggi
    Partecipante

    Ciao Davide, complimenti per i lavori degli studenti!

    Mi trovo a vivere una situazione simile, non nella scuola ma in un laboratorio di una associazione di volontariato, abbiamo ragazzi dai 10 ai 14 anni e operiamo in una zona altamente disagiata qui a Bologna. Dobbiamo ancora affrontare con loro l’uso “attivo” della stampante 3D (CraftBoot+) perchè dobbiamo individuare il SW giusto. Tieni conto che qui in laboratorio usiamo solo SW opensource… tu cosa hai usato per far disegnare gli oggetti ai ragazzi??

    grazie e ancora complimenti

    maurizio

  • 1 giugno 2016 alle 22:37 #5061
    Davide Massaroni
    Partecipante

    Ciao Maurizio,

    per quanto riguarda i software utilizzo principalmente 123d Design dell’autodesk per due motivi principali:

    1. funziona offline (cosa non da poco visto che nel mio caso le scuole hanno sempre gravi problemi con internet)

    2. ha molte funzioni e permette quindi di realizzare oggetti anche piuttosto complessi.

    In alternativa c’è Tinkercad che funziona solo online, ma è più semplice. Poi ci sono altri software ma decisamente meno user friendly per un utilizzo didattico.

    Considera che 123d design l’ho testato su una 5 elementare…tempo 20 minuti e avevano appresso una ventina di comandi con estrema facilità.

    Considera che Autodesk offre una suite di software free che permettono di sviluppare diverse prodotti online: ad esempio c’è 123d catch che permette di acquisire con il cellulare dei modelli 3D.

    Buona serata. David.

     

     

  • 3 giugno 2016 alle 12:44 #5063
    maurizio maggi
    Partecipante

    Grazie Davide…

    Per i più piccoli ero orientato su “sketchup” ma riprendo (grazie alle tue segnalazioni) in considerazione anche 123d che avevo scartato per una mia poca simpatia verso Autodesk dovuta ad esperienze nella professione…

    vado a scaricare 123d

    buon WE

    maurizio

  • 3 giugno 2016 alle 21:17 #5064
    Davide Massaroni
    Partecipante

    ciao Maurizio, 123d design può sembrare all’inizio più complesso ma guai a sottovalutare i ragazzi! 🙂

    ti allego qualche foto scattata ai ragazzi di una quinta elementare al lavoro con suddetto software. Sono giunti a questi risultati già alla prima lezione….durata due ore! Niente male, che ne pensi?

    A presto. David.

  • 4 giugno 2016 alle 18:59 #5073
    maurizio maggi
    Partecipante

    Eh!… il problema è che penso abbiano un docente preparato e che sappia spiegare le cose!!… infatti il problema NON sono i ragazzi!… sono io!!!

    ciao e grazie del contributo!

    maurizio

  • 5 giugno 2016 alle 11:07 #5075
    maurizio maggi
    Partecipante

    Non posso usare “sketchup” né “123d” perchè non esistono in versione linux.

    In laboratorio abbiamo linux Ubuntu come sistema per tutti i pc della rete. Dovrò trovare qualcosa di semplice per questo sistema operativo… altrimenti ci toccherà usare Blender o Freecad, che sono bei programmi ma un pochino “tosti”

    saluti

    maurizio

  • 5 giugno 2016 alle 20:49 #5078
    Davide Massaroni
    Partecipante

    Caro Maurizio,

    dovresti utilizzare su Linux l’emultatore Windows che si chiama Wine. Emula molto bene, il mio collega ha Linux e fa girare Zbrush, 123d design ecc. Senza problemi.

  • 6 giugno 2016 alle 10:14 #5079
    maurizio maggi
    Partecipante

    Grazie dell’informazione!

    ora vediamo….

    maurizio

Devi essere collegato per rispondere in questo argomento.