Appassionato con aspettative

  • 14 aprile 2016 alle 6:34 #4436
    paverik
    Partecipante

    un saluto a tutti,

    sono un appasionato di meccanica di precisione e opero nel campo della biomeccanica con un discreto laboratorio ben attrezzato.

    non potevo non interessarmi alla stampa 3d. Ho acq un vertex in kit per fare le prime esparienze.

    devo dire che non sono soddisfatto la qualità non è a un livello usabile per il mio lavoro. Sono certo che dipende da 2 fattori: primo la mia inesperienza nel settore , secondo la qualitá ( allineata al prezzo) della stampante.

    sto cercando di capire se sono due problematiche superabili oppure bisogna aspettare ancora del tempo affinche la tecnologia migliori, a prezzi accessibili.

    le mie aspettative sono: il pezzo deve essere di qualità senza, o in misura ridotta, post lavorazioni. Parlo di usabilità meccanica non estetica. Cioè un incastro deve funzionare senza doverlo adattare con la lima per mezz’ora.

    la resistenza meccanica e le dimensioni devono essere accettabili per utilizzi nella robotica leggera. Precisione accettabile è di 0.2/0.3 decimi di millimetro.

    chissá, sara possibile?

    riccardo

     

    • Questo argomento è stato modificato 1 anno, 4 mesi fa da Pietro Meloni.
  • 14 aprile 2016 alle 8:24 #4438
    gplus-profile-picturePietro Meloni
    Amministratore del forum

    Ciao Riccardo,
    Benvenuto nel forum. Certamente la qualità della macchina, e le modalità con le quali vengono decisi i parametri di stampa influiscono sul risultato finale.

    Ci sono tuttavia delle macchine (es. Zortrax M200) che non richiedono una complessa parametrizzazione, e producono modelli con un grado di finitura molto simile a quello delle parti stampate. Gli accoppiamenti meccanici sono estremamente precisi e non richiedono postproduzione.

Devi essere collegato per rispondere in questo argomento.