Utenti CraftBoot+

  • 14 aprile 2016 alle 16:11 #4462
    maurizio maggi
    Partecipante

    Non so se siamo in numero sufficiente per “dedicarci” un angolino… spero di si!

    Io sono contento della CB+ ma è anche vero che la uso nel modo più “semplice”… faccio fare tutto a lei!

    Vi chiedo però una cosa, possibile che non esiste un manuale per capire come funziona il SW??…. se ne parla pochissimo nel file allegato alla stampante e ancora non mi azzardo a manipolare i settaggi.

    Ad esempio, avrei bisogno di “alleggerire” i supporti, a volte nel toglierli mi si rompe l’oggetto stampato. c’è un parametro che si può cambiare? e quale è??

    grazie e saluti

    • Questo argomento è stato modificato 1 anno, 2 mesi fa da Pietro Meloni.
  • 14 aprile 2016 alle 17:20 #4463
    gplus-profile-picturePietro Meloni
    Amministratore del forum

    Ciao Maurizio,

    Il modo migliore per creare un “angolino” è quello che hai appena utilizzato: scrivere post. Vedrai che la comunità crescerà rapidamente, se ci saranno argomenti di interesse.

    Riguardo ai supporti: Craftware permette una gestione abbastanza personalizzata dei supporti.
    Hai tre parametri che puoi gestire:
    1) Minimum surface steepness
    Riguarda l’angolo delle superfici rispetto alle quali vengono generati i supporti automatici.
    E’ riferito alla verticale, ovvero con un valore minore vengono generati meno supporti, esclusivamente per superfici molto in sottosquadro, e per un valore maggiore vengono generati più supporti (anche per superfici con sottosquadri più modesti). In sostanza, questo parametro controlla la quantità di supporti.

    2) SupportBar base thickness

    Questo parametro controlla lo spessore dei supporti automatici, espresso in millimetri. E’ probabilmente il parametro del quale hai bisogno. Per “alleggerire” i supporti usa un valore contenuto (es. 2,5). Nel caso in cui i supporti dovessero rompersi durante la stampa, usa un valore maggiore.

    3) Scale by

    Questo parametro controlla la scala dei supporti manuali. E’ un fattore di moltiplicazione rispetto al valore definito in SupportBar. Permette in sostanza di realizzare supporti più robusti in casi particolari. Nota: questo parametro non influenza i supporti già creati, per cui è possibile, nella modalità manuale, creare supporti ad albero con un “tronco” di maggiore diametro e con “rami” più sottili.

    Nell’immagine, un esempio di supporti manuali di diverso spessore (6x, 2x e 1x).

  • 19 aprile 2016 alle 16:33 #4512
    maurizio maggi
    Partecipante

    Grazie Pietro!…

    Ma proprio nessuno ha scritto qualcosa di più completo sull’uso di questo software??

    mi sa che vi tartasserò di domande!!!

  • 20 aprile 2016 alle 13:00 #4517
    gplus-profile-picturePietro Meloni
    Amministratore del forum

    Le domande sono sempre benvenute, Maurizio.

  • 26 aprile 2016 alle 18:15 #4619
    facebook-profile-pictureStefano
    Partecipante

    Ciao Maurizio. Io ho una Craftbot non Plus, diversa dalla tua su alcuni aspetti, ma non nel software, se posso permettermi un consiglio, l’ideale sarebbe sperimentare. Pagine e pagine di manuali a volte non esauriscono l’argomento, e ben più frustrante è trovare risposte che ad alcuni calzano a pennello, ma ad altri sballano la stampa.

    Ti dico ciò perché credo che aggiustare i parametri su una piccola stampa prova possa aiutarti a trovare il settaggio ideale per ciò che cerchi, ma ricorda che a volte questi settari non vanno bene se ad esempio cambi filamento o hai un pezzo orientato in maniera diversa rispetto al precedente. Vedere come si comportano i supporti al variare dei tre parametri che ti indicava il Sig. Meloni, sicuramente ti aiuterà ad addrizzare il tiro nelle prossime stampe. Io ad esempio utilizzo un piccolo vasetto con superfici curve e sottosquadri è la mia stampa test.

    Spero di esserti stato di aiuto 😉

     

  • 3 maggio 2016 alle 9:31 #4709
    maurizio maggi
    Partecipante

    Ciao Stefano… scusa il ritardo nella risposta!

    Sì… hai ragione e condivido, però, di solito, prima mi leggo il manuale, almeno per capire “quali” opzioni esistono e in che area (almeno) agiscono… poi comincio a provare…

    Quello che mi manca è proprio una piccola spiegazione (come quella data da Pietro) di “indirizzo” per muovermi con un minimo di consapevolezza…

    beh!… sono della vecchia generazione!, poco “smanettone” e completamente ignorante della stampa 3D!

    grazie della risposta!

    maurizio

Devi essere collegato per rispondere in questo argomento.