Utenti Zortrax M200

  • 14 novembre 2014 alle 14:40 #2165
    gplus-profile-picturePietro Meloni
    Amministratore del forum

    Salve,
    Invito gli utenti delle Zortrax M200 (ormai molti) ad iscriversi e partecipare al forum. Prossimamente pubblicherò nel forum svariati articoli relativi ad accorgimenti per la modellazione e la stampa, messa a punto e manutenzione della stampante.

    • Questo argomento è stato modificato 1 anno, 4 mesi fa da Pietro Meloni.
  • 5 aprile 2016 alle 9:17 #4372
    facebook-profile-pictureAdriatica3D
    Partecipante

    Eccomi, presente! 🙂

  • 5 aprile 2016 alle 10:57 #4375
    gplus-profile-picturePietro Meloni
    Amministratore del forum

    Benvenuto Fiorenzo!

  • 5 aprile 2016 alle 18:48 #4379
    Fabbio84
    Partecipante

    Ciao Ecco anche me!!

    Il fatto che da quando ho acquistato la M200 da te non ci siamo sentiti é indicatore che oltre ad un’ottima macchina ho incontrato anche un vero professionista!! Felice di far parte del forum  ti verrò sicuramente a trovare nei prossimi giorni !!

  • 5 aprile 2016 alle 19:00 #4380
    gplus-profile-picturePietro Meloni
    Amministratore del forum

    Benvenuto in questa (mi auguro per ora) piccola comunità, Fabio. Grazie della tua partecipazione.

  • 7 aprile 2016 alle 18:48 #4390
    stefano1980
    Partecipante

    Ciao a tutti,sono stefano ho una zortrax da circa 1 anno.Ho visto che qualcuno stampa senza il raft! non so come faccia, ma vorrei  saper se secondo vuoi ha utilità un operazione del genere, tralasciando il tempo risparmiato come vantaggio!

  • 7 aprile 2016 alle 19:03 #4391
    facebook-profile-pictureAdriatica3D
    Partecipante

    Ciao Stefano, piacere di conoscerti.

    IMHO stampare con Zortrax senza raft è inutile, poi è da vedere come ci si riesce, ma io non sono uno smanettone, quindi mi fido se qualcuno dice che si può fare.

    O meglio, direi che è inutile se dovessimo stampare un pezzo con una base molto ampia. La finitura della superficie inferiore sarebbe davvero brutta una volta staccata dal piatto microforato. Basta guardare il raft di sotto quando lo rimuoviamo.
    Son quasi certo che chi ci ha provato l’ha fatto per pezzi che partono direttamente coi supporti.

    Comunque mi metto in attesa di vedere qualche foto! 😀

  • 8 aprile 2016 alle 9:59 #4392
    Fabbio84
    Partecipante

    Ciao Stefania,

    Lefoto che vedi in giro sono state fatte da qualcuno che ha decriptato il file .zcode …quindi può agire sui parametri di stampa “non ufficiali” …onestamente, non so quanto possa interessare ad un utente finale Zortrax, visto come lavora la macchina..certo so potrebbe stampare pla…ma ne sentiamo veramente il bisogno?

  • 8 aprile 2016 alle 10:01 #4393
    Fabbio84
    Partecipante

    Se notate bene nelle foto che dite, sul piatto microforato c’è un altro piatto in vetro..la stampa é in pla senza raft…ma ancora una volta…l’utente finale sente cosi alto il bisogno di stampare in PLA?

  • 8 aprile 2016 alle 11:31 #4397
    gplus-profile-picturePietro Meloni
    Amministratore del forum

    Si, per quanto ne so sono risultati ottenuti decriptando il software Z-Suite. E’ un approccio interessante da un punto di vista tecnico, e denota un buon livello di competenza da parte dell’autore, ma non è praticabile da un utente “standard”. Lo confinerei tra gli “esperimenti” con una scarsa utilità pratica.

  • 14 aprile 2016 alle 0:19 #4434
    Fabbio84
    Partecipante

    Potrebbe anche essere possibile spostando il pezzo in alto in zsuite di uno spessore tale da “forzare” la stampa senza raft..ma non ho mai provato e non ci tengo 🙂

  • 15 aprile 2016 alle 18:34 #4499
    gplus-profile-picturePietro Meloni
    Amministratore del forum

    Ciao Fabio,
    No, il raft nella M200 è inevitabile (a meno di non intervenire nel programma, cosa complessa e naturalmente illegale). Se fosse possibile “spostare il modello in alto”, si otterrebbe sia il raft, sia la generazione di supporti per sostenere il modello, ma peraltro non è proprio possibile agire sulla coordinata Z del modello (gli spostamenti sono limitati agli assi X e Y).

     

  • 19 aprile 2016 alle 7:52 #4511
    Fabbio84
    Partecipante

    So che qualcuno ha decriptato zsuite e agito sui parametri, chiaramente sono daccordo con te sul fatto di relegarlo a chi sa cosa sta facendo, anche perchè non dimentichiamo il motivo principale per cui l’utente medio Zortrax acquista la macchina: stampare senza rogne.

  • 26 aprile 2016 alle 18:05 #4618
    facebook-profile-pictureStefano
    Partecipante

    Buonasera a tutti, il mio nome è Stefano e sono un felice possessore di M200. Spero di riuscire a dare un mio, seppur piccolo, contributo alla crescita del Forum 😀

     

  • 26 aprile 2016 alle 18:19 #4620
    gplus-profile-picturePietro Meloni
    Amministratore del forum

    Benvenuto nel forum, Stefano. Grazie per il tuo contributo. E’ attraverso i contributi degli iscritti che il forum può crescere. Aspettiamo di vedere qualche tuo modello stampato nella sezione Creazioni / Work in progress!

     

  • 8 maggio 2016 alle 16:36 #4726
    Anonimo

    Ciao a tutti, sono Marco,

    Sono nel mondo Zortrax da soli tre giorni ma sono bastati per entusiasmarmi come un ragazzino, nonostante per lavoro abbia a che fare con la stampa 3d praticamente da quando è nata!!

  • 8 maggio 2016 alle 17:34 #4728
    gplus-profile-picturePietro Meloni
    Amministratore del forum

    Zortrax mantiene quello che promette. Stampe di qualità dalla prima all’ultima, e una eccezionale affidabilità. In questo senso, nonostante i costo comparabile a quello di prodotti di fascia hobbistica o prosumer, va annoverata tra le stampanti professionali.

  • 27 maggio 2016 alle 10:59 #5008
    Cicio_3D
    Partecipante

    ciao a tutti sono Francesco, ho preso la Zortrax da Pietro nel novembre 2014, macchina perfetta, semplice da usare e affidabile, un grazie particolare va a Pietro, la sua passione e disponibilità sono infinite, grazie!!

    Tornando alla Zortrax, ho iniziato utilizzando i filamenti loro, poi mi ho iniziato a sperimentarne altri, e poi ho scoperto lo Z temp, l’ho comprato direttamente sul loro sito, e ho iniziato a sperimentare .

    All’inizio avevo l’ hot end V1, e i risultati non erano affatto buoni, il filamento in PLA (soprattutto quello ho usato all’inizio) tendeva a scattare, le ho provate tutte, qualche volta riuscivo a stampare, ma era sempre un’impresa.

    Zortrax modificò l’hot end, con il V2, presi quello da Pietro, e dopo averlo montato, finalmente riuscivo a stampare anche il PLA, e qualche filamento flessibile, ero decisamente soddisfatto, ma ogni tanto accadeva qualche cosa di strano che mi rendeva il pezzo stampato inutilizzabile.

    Ho provato vari nozzle, ho capito a mie spese che non andavano mai utilizzati gli stessi con materiali diversi (grazie Pietro per avermelo detto ;)) ma si sa, fa parte della sperimentazione.

    Avevo lasciato da parte gli esperimenti, ma sui forum e su internet sono sempre attivo, a cercare nuove proposte, fino a quando non ho visto il nuovo Hot end Z temp, che ve lo dico a fare, preso subito, un mese di attesa per via del prodotto che non era ancora in produzione, ma ho aspettato fiducioso.

    Mi arriva, ben confezionato, istruzioni sul sito internet sempre chiarissime (a prova di scemo, in perfetto stile americano)  lo monto subito e provo a stampare un pezzo in PLA con nozzle 0.4, con la tecnica che mi disse Julia (la titolare della Z temp) per stampare senza raft, risultato, perfetto, finalmente si riesce a stampare senza “sorvegliare” la macchina.

    Seconda stampa, un filamento flessibile (era un campione di non so che azienda, preso in fiera) vado sul sito Z temp, scarico la tabella materiali, e copio i settaggi indicati, nozzle 0.5 in dotazione, risultato anche in questo caso ottimo, che dire, sono molto soddisfatto sia della Zortrax, di Pietro e di Z temp.

    P.S. i prossimi esperimenti sono con i filamenti caricati di Colorfabb, ho dei campioni di  bamboofill, bronzefill e XT carbon.

    A presto

  • 27 maggio 2016 alle 12:12 #5012
    gplus-profile-picturePietro Meloni
    Amministratore del forum

    Ciao Francesco,

    Ottima recensione, grazie per i complimenti. Cerco di fare del mio meglio.

    Una nota: da pochi giorni distribuiamo i prodotti Z-Temp in esclusiva in Italia. Per chi fosse interessato, li può trovare in pronta consegna.

    Riguardo ai filamenti caricati, attenzione alle cariche con materiali abrasivi (carbonio, fibra di vetro etc.). Danneggiano l’ugello (e l’estrusore) in poche stampe.

  • 27 maggio 2016 alle 15:49 #5021
    Cicio_3D
    Partecipante

    Si, so del problema agli ugelli, sono curioso di vedere come viene la stampa, ma non credo di utilizzare questi materiali.

    Ho scoperto dopo averlo preso che eri diventato suo distributore, altrimenti lo avrei preso da te.

  • 31 maggio 2016 alle 15:45 #5048
    Anonimo

    In questo momento c’è un temporale terribile e la mia Zortrax sta stampando…

    Che succede se manca la corrente??  🙁

    E’ troppo pensare che vada in standby e non perda tutto il lavoro fatto?

    Penso che in futuro la doterò di adeguato gruppo di continuità…

     

  • 31 maggio 2016 alle 17:27 #5049
    gplus-profile-picturePietro Meloni
    Amministratore del forum

    Ciao Marco,
    Si, purtroppo è troppo… se va via la corrente, la macchina semplicemente si ferma e perdi il lavoro. Non è possibile recuperarlo. Per evitare questi inconvenienti si può utilizzare un gruppo di continuità. Ma la cosa peggiore è se col temporale arriva un fulmine sulla rete elettrica, che brucia la scheda madre.

     

  • 31 maggio 2016 alle 18:23 #5050
    Anonimo

    Fortunatamente nonostante lampi e tuoni la corrente non è andata via!!    🙂

    E mi è andata di lusso visto che qui ogni tanto salta per molto meno anche se solo per pochi secondi…

    In tutti i casi metterò un UPS che fa anche da filtro per gli sbalzi di tensione.

     

  • 6 giugno 2016 alle 20:25 #5080
    Alberto Briganti
    Partecipante

    Ciao a tutti e finalmente presente.

    Mi sono accorto che lasciando la stampate completamente aperta, senza paratie laterali e una chiusura superiore, consuma mediamente intorno ai 150 160 watt in ABS. Da chiusa il consumo della corrente scende intorno ai 110 watt.

    Un bel risparmio e soprattutto in caso UPS, un 30% in più di autonomia.

  • 8 giugno 2016 alle 14:54 #5082
    Diegusman
    Partecipante

    Ciao a tutti,  in particolare ovviamente a Pietro.  Sono Diego del T-Riparo di Cerveteri.  Ora che il trambusto post apertura si sta affievolendo,  sarà  un piacere partecipare in maniera attiva al forum per crescere e condividere le esperienze comuni con questa,  a mio parere,  ottima stampante 3D. Un saluto a tutti

Devi essere collegato per rispondere in questo argomento.