L’altro MCAD

Nell”edizione del 2001 del Cebit di Hannover, fiera che frequentavo tutti gli anni per cercare spunti e nuovi prodotti, non c’era niente di interessante, tranne l’annuncio in tono minore di una futura tecnologia Bluetooth, che avrebbe semplificato la comunicazione senza fili. Pur senza approfondire, mi sembrava qualcosa di buono per i telefoni cellulari, e in effetti la mia prima impressione si è poi rivelata nel tempo più o meno esatta.
Cercavo cose ben diverse, e in particolare qualche programma di disegno 2D e modellazione parametrica 3D che fosse competitivo e robusto. Nei mesi precedenti avevo distribuito alcuni MCAD parametrici a basso costo, basati su engine proprietari, e non ne ero soddisfatto.
Così, scivolando sulla neve tra i massicci edifici della fiera, sono capitato nel poco frequentato padiglione dei paesi dell’Est. Quasi tutti i piccoli stand presentavano prodotti software, uno più bello dell’altro. Finché l’ho trovato. Nonostante il cirillico, allora per me totalmente incomprensibile, T-FLEX faceva ampio sfoggio di poderosi muscoli nella dimostrazione. Amore a prima vista. Parlando con uno dei fondatori dell’azienda di Mosca, Sergey Bikulov, ho appreso che in effetti si trattava del primo CAD parametrico in ambiente Windows, sviluppato all’inizio del 1986 (un anno prima di Pro-E) da un gruppo di Ingegneri dell’Università Mitrokin di Mosca. Gli ho chiesto se potevo venderlo in Italia, e abbiamo su due piedi siglato un solido accordo, basato su una stretta di mano, che dura ancora adesso. Ho impiegato quasi due anni per tradurlo ed esplorarlo a fondo, ma ne è valsa la pena. Oggi, giunto alla 15ma edizione, T-FLEX (acronimo di Total Flexibility, ndr), si consacra come uno dei più versatili e robusti modellatori parametrici al mondo.

T-FLEX CAD è un sistema multifunzionale, che offre ai professionisti della progettazione meccanica tutti gli strumenti necessari ad affrontare le complesse sfide progettuali odierne. Unisce potenti funzionalità di modellazione 3D ai più sofisticati strumenti di disegno e documentazione tecnica. Un prodotto leader per la progettazione, con un flessibile e intuitivo worfklow e potenzialità superiori nell’ambito del design. Le innovazioni tecniche e i vantaggi in termini di produttività hanno reso T-FLEX una delle più robusti e versatili soluzioni per la modellazione e lo sviluppo di prodotti. Il suo vasto set di strumenti rende T -FLEX la scelta ideale per soddisfare qualsiasi sfida professionale. T -FLEX è ampiamente utilizzato per le applicazioni quotidiane di progettazione meccanica di tutti i giorni compresa la modellazione 3D / disegno 2D , il drafting, gli sketch concettuali, il reverse engineering, le ispezioni di tolleranze, la prototipazione rapida ed il downstream manufacturing.

Strumenti di modellazione


Gli strumenti di modellazione e di assemblaggio di T -FLEX consentono ai team di progettisti di sviluppare facilmente una gamma completa di prodotti  dalle singole parti agli assiemi contenenti migliaia di componenti. T -FLEX sfrutta la potenza di Parasolid® – il consolidato kernel di modellazione sviluppato da Siemens PLM Software. Gli innovativi strumenti di modellazione consentono ai progettisti di creare rapidamente forme di base, e di aggiungere facilmente caratteristiche meccaniche comuni come fori, raccordi e smussi, e di realizzare geometrie più complesse come angoli di spoglia, loft, superfici di scorrimento e da reti di curve, raccordi a tre facce e superfici elicoidali.

Workflow di progettazione

T-FLEX supporta una semplice, unificata modalità operativa per tutti i tipi di documenti ed entità: disegni, disegni di assemblaggi, solidi, superfici, parti, parti con corpi solidi multipli, modelli di assemblaggio, lamiere, distinte base, manuali di uso e manutenzione, documenti amministrativi etc. Viene utilizzato un set comune di funzioni di editing e data management per tutti i tipi di geometrie, per un workflow lineare e coerente.

Adattività e parametricità

T-FLEX incorpora un superiore motore parametrico, e riduce di passaggi necessari ad apportare le modifiche, che vengono istantaneamente propagate nel progetto. Questa funzionalità consente ad esempio di progettare parti associate in modo che gli interventi effettuati su una parte si riflettano su tutti gli elementi connessi. Qualsiasi cosa in T-FLEX può essere correlata a qualsiasi altra cosa. In qualsiasi momento è possibile assegnare variabili ai nomi dei componenti, e controllare tramite variabili la visibilità, il materiale, qualsiasi attributo numerico o di testo di qualsiasi entità. Le variabili possono quindi venire  possono quindi valorizzate attraverso qualsiasi espressione algebrica o logica per controllare il comportamento del progetto. Le modifiche al contenuto delle variabili possono essere effettuate manualmente trascinando entità sullo schermo, o digitando i valori nell’editor delle variabili, o assegnate attraverso file ASCII o database. Le possibilità sono infinite e l’interfaccia è molto intuitiva. Per questo motivo T-FLEX è una scelta naturale per i produttori famiglie-di-parti o alle prese con esigenze di progettazione che impiegano geometrie simili, ma richiedono molti formati e permutazioni diverse.

 

Disegno parametrico


A differenza di altri prodotti, T-FLEX permette di creare disegni parametrici 2D da zero. Le radici CAD 2D di T-FLEX sono evidenti durante la creazione degli oggetti. Rispetto alla maggior parte degli altri modellatori solidi, anche quelli focalizzati sul design di prodotto, T-FLEX ha una tavolozza molta più robusta di strumenti 2D, soprattutto quando si tratta di disegnare geometrie complesse. Il suo motore è alla base della progettazione con T-FLEX e, a differenza dei motori da altri programmi MCAD, non è limitato dal numero di vincoli delle entità 2D .Gli sketch parametrici di T-FLEX non possono essere sopra o sotto definiti. Il progetto viene aggiornato immediatamente a fronte di qualsiasi cambiamento, indipendentemente dalla sua provenienza. T-FLEX include una messa in tavola professionale a norme ISO/ANSI, comprese le quote, tolleranze, testo e note di disegno. È possibile creare assemblaggi 2D inserendo componenti 2D con relazioni complesse. Il risultato può essere completamente automatico, in modo che un disegno master non richieda alcun intervento quando si rendono necessarie modifiche. La costante ri-documentazione può essere evitata mediante l’uso delle potenti documentazioni integrate in T-FLEX.

 

Creazione di finestre di dialogo personalizzate

Attraverso la possibilità di creare finestre di dialogo personalizzate con campi, liste, checkbox e radio button, i modelli parametrici possono venire controllati in un modo conveniente ed intuitivo. Questa funzionalità esclusiva non richiede alcuna programmazione, conoscenza di linguaggi o software aggiuntivi installati.

T-FLEX è uno strumento creativo


T-FLEX ha una caratteristica costante nella sua storia – la sua potenza viene utilizzata al meglio dai designer più creativi. L’interfaccia è facile da imparare e molto consistente, ma il vero potere risiede nella straordinaria flessibilità delle funzionalità di automazione della progettazione.
Fin dall’inizio l’obiettivo degli sviluppatori è stato quello di fornire ai tecnici un accesso alla progettazione creativa, dando loro un controllo ottimizzato su ogni aspetto del processo di progettazione.
Il nome T-FLEX sta per Total Flexibility: la flessibilità del programma può eliminare operazioni ripetitive e migliorare l’efficienza di progettazione.

Modellazione di assemblaggi

T-FLEX permette di affrontare con facilità progetti di assemblaggi 3D, che sono fondamentali per la progettazione meccanica. È possibile costruire assiemi complessi composti da migliaia di componenti usando un approccio bottom-up, top-down , o una combinazione di entrambi i metodi. La gestione delle configurazioni aiuta a semplificare il riutilizzo dei progetti per la creazione di più varianti di prodotto all’interno di un unico documento. T -FLEX è in grado di simulare la reale cinematica e l’interazione meccanica tra i solidi, che consente di evitare potenziali difetti di progettazione.

Componenti adattivi

T-FLEX supporta la tecnologia adattiva, che permette di creare relazioni tra gli elementi di un assemblaggio assegnando collegamenti geometrici. Questo strumento cattura con accuratezza gli intenti di progettazione, e consente una gestione e modifica degli assemblaggi facilitata.

Automazione della progettazione degli assemblaggi


I connettori parametrici semplificano la modellazione degli assemblaggi, gestendo in modo automatico l’assegnazione dei parametri alle parti che vengono inserite. La posizione e le dimensioni degli elementi inseriti viene adattata automaticamente, anche all’interno di standard di mercato (es. viti, bulloni, dadi, cuscinetti). La struttura di un assemblaggio può essere alterata. I disegni generati da un assemblaggio 3D vengono automaticamente aggiornati a fronte di modifiche nel modello, con tutti gli elementi di dettaglio correlati.

Funzionalità personalizzate

L’innovativa tecnologia delle funzioni definibili dall’utente estende in modo significativo le potenzialità di modellazione del programma. T -FLEX è in grado di catturare gli elementi e la geometria di altri modelli come parametri di input di operazioni all’interno del proprio albero della storia del modello. In questo modo qualsiasi modello T-FLEX può essere definito come una funzione speciale, che opera come un altro strumento di modellazione. Questo meccanismo può ridurre drasticamente il tempo di progettazione, e fornisce agli utenti la possibilità di creare le proprie librerie di funzioni per attività di modellazione specifiche.

Comandi di deformazione

DeformazioneIl set di comandi di deformazione parametrica offre una semplice modalità per modificare superfici complesse o modelli solidi. Le deformazioni possono essere applicate con effetto locale o globale.

E’ possibile specificare varie opzioni con regole e parametri diretti, o attraverso speciali manipolatori.

Una anteprima interattiva, basata sui dati in input, consente di esaminare il risultato delle modifiche prima della rigenerazione accurata del modello.

I comandi di deformazione includono torsione/scala, piegatura, traslazione, sculpting (deformazione tramite immagini), deformazioni tramite curva e tramite superficie.

Modellazione di superfici


T-FLEX combina in modo sinergico solidi e superfici in classe A, offrendo ai progettisti gli stessi strumenti avanzati di estrusione, scorrimento, rivoluzione e loft disponibili per la generazione di modelli solidi. L’approccio attraverso superfici consente di sviluppare modelli non realizzabili a partire da soli solidi. Ad esempio, un progettista può disegnare linee o curve ed ottenere una superficie, o aggiungere superfici che si raccordano ad altre superfici non intersecanti. L’integrazione tra la modellazione solida e di superfici offre flessibilità nell’apportare modifiche attraverso vincoli e operazioni associative.

Editing diretto

T-FLEX supporta l’editing diretto dei modelli 3D, mantenendo la storia delle modifiche in modo che possano venire rigenerate. Questo è molto utile per i modelli importati, per i quali non c’è accesso all’albero storico originale. Ad esempio, è possibile modificare i parametri della facce che presentano caratteristiche analitiche (cilindri, coni, sfere, toroidi etc.), così come i parametri delle facce create con dei raccordi. Altre funzionalità di editing diretto includono l’imprinting, la sostituzione, estensione, rimozione di facce, la separazione di corpi etc.

Funzionalità di documentazione

Funzioni di documentazioni professionali supportano la creazione rapida e la completa manipolazione di tutte le annotazioni comunemente usate nel disegno meccanico. T-FLEX contiene una serie senza precedenti di funzionalità per il processo di documentazione 2D, con ottimi layout di disegno, dettagli, annotazioni e controlli di quotatura conformi automaticamente con lo standard di disegno meccanico selezionato. La creazione di disegni semplificata T-FLEX crea automaticamente e aggiorna i disegni da modelli 3D, genera rapidamente viste standard e ausiliarie tra cui sezioni, dettagli, frammenti e viste isometriche. T-FLEX fornisce la flessibilità e il controllo delle viste in sezione con un migliore controllo della profondità della zona, e strumenti di selezione che consentono di predefinire i componenti su una base per-view durante la creazione di viste di sezione. Non appena vengono apportate modifiche alle parti o agli assiemi, i disegni associati vengono aggiornati automaticamente. Con T-FLEX, si ha il pieno controllo su ogni elemento dei disegni, con la certezza che verranno soddisfatti i requisiti di standard organizzativi e internazionali. Le potenzialità avanzate aggiuntive, come ad esempio giunture filettate, tratteggio intelligente delle sezioni di montaggio e sezioni locali accurate, possono aumentare in modo significativo la produttività. Gli strumenti associativi di dettaglio di T-FLEX consentono di evitare costosi errori prevenendo annotazioni incorrette nel progetto di produzione.

Distinta base associativa (BOM)

screen_9
T-FLEX può generare una accurata distinta base in una frazione del tempo richiesto dai tradizionali metodi 2D. Le quantità di parti e sottoelementi di assemblaggio viene sempre aggiornata, ed la distinta base viene popolata all’interno del disegno. Le modifiche apportate ad un assemblaggi (es. rimozione di una parte) sono associative, quindi la distinta base viene automaticamente aggiornata. I layout delle distinte base e le proprietà delle tabelle (descrizioni delle colonne, ordinamento, cartiglio etc.) sono completamente personalizzabili.

Progettazione elementi in lamiera

T-FLEX include un set di comandi specifici per una efficiente costruzione di parti in lamiera con tutte le funzionalità di piegatura, tranciatura, imbutitura, creazione di flange, sviluppo etc. per l’ingegnerizzazione e la documentazione tramite disegni di modelli complessi. Unico tra i CAD parametrici, T-FLEX consente di gestire come parte “Lamiera” anche modelli 3D realizzati con altri software e successivamente importati. Questa esclusiva caratteristica permette di sviluppare modelli provenienti da altri ambienti, ed aggiungervi piegature, nervature, flange parametriche.

image104

Progettazione di stampi


T-FLEX offre una sequenza di strumenti integrati per il controllo del processo di produzione stampi. E’ possibile applicare sformi, generare inserti, ridimensionare il modello considerando i ritiri, separare stampo e controstampo. A modello finito, è possibile esaminare i potenziali problemi che potrebbero prevenire il distacco del modello dallo stampo.

Analisi rapida ad elementi finiti

Il modulo integrato di analisi rapida offre uno strumento di facile utilizzo per l’analisi dello stress, che permette ai progettisti di verificare il comportamento di un modello direttamente in T-FLEX. Il modulo FEA aiuta a determinare come il progetto si comporterà in un contesto reale, ad identificare potenziali errori di progettazione prima di realizzare costosi prototipi fisici. Il modulo utilizza le stesse tecnologie di analisi dei costosi moduli aggiuntivi FEA. Ulteriori avanzati strumenti di analisi sono disponibili nella linea di prodotti T-FLEX Analysis.

 

Simulazione cinematica interattiva

T–FLEX offre una soluzione di simulazione del movimento, per analizzare il comportamento complesso di assemblaggi meccanici. T–FLEX Dynamics consente di effettuare test di prototipi virtuali ed ottimizzare il design per prestazioni, sicurezza e comfort, senza dover realizzare e testare numerosi prototipi fisici. I risultati sono visibili attraverso grafici, plot di dati, report o animazioni a colori che permettono di presentare e condividere facilmente i risultati dei test.

Progettazione e documentazione di saldature


T–FLEX permette di operare in un contesto specifico di saldature, con funzionalità sviluppate per soddisfare esclusivi requisiti di progettazione e documentazione delle saldature. Le tabelle di saldatura e le annotazioni relative sono associate al modello, e vengono aggiornate automaticamente quando questo viene modificato.

Progettazione di tubature e cablaggi

T-FLEX CAD include strumenti di progettazione specificatamente orientati ai sistemi di instradamento. Questi strumenti accelerano il design di complessi impianti di tubature, ventilazione, cablaggi elettrici e più in generale percorsi articolati di piping.

Open API


Con T-FLEX viene fornito un modulo Open API basato su tecnologia .NET, che offre a clienti e sviluppatori terze parti esaustive possibilità di sviluppo di applicazioni in varie aree. Il set di entità di T-FLEX può essere esteso .T-FLEX Open API supporta concetti di programmazione full object oriented e multipli  linguaggi di programmazione con identico accesso funzionale a tutte le funzionalità di T-FLEX. Il modulo consente anche agli utenti di personalizzare T-FLEX per il loro specifico ambiente, e sviluppare flussi di lavoro mirati.

Product Manufacturing Information (PMI)

T-FLEX  integra le funzionalità necessarie per produrre progetti 3D con annotazioni che costituiscono una singola rappresentazione digitale che cattura tutte le informazioni di prodotto – riducendo o eliminando la necessità di disegni nella revisione o manifattura del progetto. Il supporto per la tecnologia PMI permette agli utenti di utilizzare consolidati metodi di disegno delle quote ed annotazioni, e portarle nel regno 3D. Aiuta a generare i disegni 2D, estraendo molte delle vitali informazioni di dettaglio automaticamente. E’ anche possibile modificare un modello 3D cambiando direttamente i valori delle quote 3D.

Engine parametrico per Internet

Usando T-FLEX e T-FLEX Open API, terze parti, OEM, sviluppatori e integratori di sistema possono distribuire le funzionalità CAD attraverso una vasta gamma di prodotti basati su Internet. Utilizzato come un engine Internet, T-FLEX offre agli ingegneri, produttori e distributori l’opportunità di visualizzare i loro prodotti, usando progetti di terze parti e mettendo in atto attività marketing.

Supporto multilingue

T-FLEX è un’applicazione Unicode e di conseguenza supporta tutti i linguaggi del mondo. Il supporto Unicode di T-FLEX implica che l’utente possa impiegare testi multilingua che verranno visualizzati correttamente nei documenti prodotti. Non ci sono problemi per i nomi file scritti in qualsiasi versione di lingua del sistema operativo Windows. Gli utenti possono assegnare ad oggetti e parametri i nomi che preferiscono in qualsiasi lingua.

Flessibilità dell’interfaccia

Le molteplici opzioni dell’interfaccia di T-FLEX massimizzano la produttività, consentendo agli utenti di scegliere l’interfaccia preferita in base alle loro esperienze e preferenze. L’interfaccia utente è progettata per rimuovere comandi ingombranti o complessità operative. I menu pull-down in stile Windows consentono una facile navigazione. Sono anche disponibili barre di comando basate su testi compatti, barre di icone e scorciatoie di tastiera con la possibilità di assegnare combinazioni. Funzionalità avanzate, quali strumenti di posizionamento intelligenti e menu pop-up attivati da combinazioni di tasti semplificano il flusso di lavoro. T-FLEX offre un’interazione diretta con il modello, un’anteprima dinamica delle geometrie e supporta SpaceMouse® per offrire ai professionisti un’esperienza di modellazione esclusiva.

Sottosistema grafico avanzato

Un meccanismo di grafica ad alte prestazioni assicura prestazioni eccezionali anche con grandi assemblaggi. C’è anche la possibilità di realizzare immagini fotorealistiche di grande qualità basate sul calcolo dell’illuminazione e la gestione di proprietà dei materiali quali trasparenza, indice di rifrazione, proprietà della superficie etc.

Formati

La ricca gamma di traduttori disponibili in T-FLEX permette di soddisfare diverse esigenze di import/export senza complicazioni. T-FLEX è interoperabile con i più diffusi formati usati nei modellatori 3D e CAD 2D, attraverso i seguenti formati: VRML, X3D, PLY, OBJ, Parasolid, IGES, STEP, Rhino, STL, DWG, DXF, SolidWorks, Solid Edge, Inventor, ACIS, Siemens NX (Unigraphics), Creo / ProE, Catia V5, Catia V4, I-DEAS, JT, PRC, 3DXML, CGR, 3D PDF, U3D, VDA-FS, POV Ray, Crystal Reports.
I formati Catia, Creo/ProE e IDEAS richiedono licenze aggiuntive.
In aggiunta, T-FLEX offre opzioni per esportare immagini grafiche per presentazioni, web ed altre documentazioni.

Stampa 3D

Con T-FLEX CAD è possibile stampare modelli con le più diffuse stampanti 3D via STL, un formato largamente diffuso, e con altri formati di output. In aggiunta alla geometria del modello, il file di output può contenere informazioni circa il colore delle superfici. La qualità del risultato può essere personalizzata usando svariati parametri.